Prosegue la campagna delle forze di sicurezza palestinesi contro i sostenitori di Hamas.

9/11/2007

Le forze di sicurezza palestinesi proseguono con la campagna di arresti nelle fila dei sostenitori del Movimento di Resistenza Islamica Hamas in Cisgiordania. Ieri ne sono stati arrestati quattro, di cui uno era già stato rilasciato dalle prigioni dell’occupazione israeliana 20 giorni fa.

Provincia di Ramallah

Le forze di sicurezza preventiva hanno arrestato il prof. Yusef Ali Surur (33 anni, della cittadina N‘elin a ovest di Ramallah) dopo averlo invitato a presentarsi nella loro sede, e l’hanno trasferito nella prigione di Betunia. Si tratta del fratello di Abdelqaher Surur,  direttore dell’ufficio del presidente del Consiglio Legislativo, detenuto nelle prigioni dell’occupazione da un anno.

Le forze dell’intelligence hanno inoltre messo agli arresti il giovane Amin Jamal ad-Dasuqi (30 anni, della cittadina Burqa nella provincia di Nablus), trasferendolo nella sede di Umm ash-Sharayet. Si ricorda che Amin era stato arrestato più di cinque anni fa dalle forze di occupazione israeliane. 

Provincia di Jenin

Le forze di sicurezza palestinese hanno arrestato Ghadub Rabayea, della cittadina di Mithlun a sud di Jenin, anche in questo caso dopo un invito a presentarsi nella loro sede.

 Provincia di Qalqiliyah

Le forze di sicurezza hanno arrestato Hasin Husnein, dopo averlo invitato a presentarsi, anche se era stato liberato dalle prigioni israeliane solo venti giorni fa. 

La campagna del “governo Fayyad” contro i sostenitori di Hamas continua anche con alcuni licenziamenti “funzionali”, come quello nei confronti di Thabet Mubasher, della cittadina Deir al-Ghusun, accompagnatore dell’ex ministro degli Affari Generali, il deputato Abderrahman Zaydan, anch’egli in stato di arresto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.