Proseguono i bombardamenti israeliani contro la Striscia di Gaza: il bilancio della carneficina è salito a 124 morti.

 

Gaza – Infopal. Questa notte, un bombardamento di terra contro la tenuta di Abedrabbo, nel nord della Striscia di Gaza, ha ucciso Mohammad Abu Hajar, combattente delle brigate al-Aqsa, appartenente al movimento di Fatah. Altri tre cittadini sono stati feriti.

Fonti mediche all’interno di un ospedale egiziano, hanno reso noto il decesso di Walid Tawfiq Yusef, poliziotto in carica nel governo della Striscia di Gaza, a seguito delle ferite riportate questa mattina all’alba da un raid aereo israeliano contro una postazione della polizia, a Nusairat.

Oggi, altri due resistenti delle brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, Hasan Abu Jaser e Ghassan Abdelhai Abedrabbo, sono morti a causa delle ferite riportate durante l’attacco israeliano di ieri.

Il bilancio dell’”Olocausto” palestinese (definizione usata ufficialmente dal viceministro israeliano Matan Vilnai, ndr) degli ultimi 6 giorni è di oltre 124 morti, tra cui 39 bambini, 15 donne, e 2 soccorritori. E di più di 350 feriti, tra cui 90 bambini e 42 donne.
Ieri sera sono deceduti 7 dei feriti ricoverati negli ospedali egiziani, mentre una combattente è stata uccisa da un bombardamento israeliano.

Tra i 350 feriti ci sono 22 molto gravi, 35 colpiti alla testa, 15 alla colonna vertebrale, e ad altri sette è stato amputato un arto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.