Proseguono le aggressioni delle milizie dell’ANP contro membri di Hamas.

Cisgiordania – Infopal. Non si placa la campagna di sequestri di simpatizzanti e membri di Hamas da parte degli squadroni dell’ANP di Mahmoud Abbas. Il presidente dell’Autorità Nazionale, tuttavia, continua a negare l’esistenza di “prigionieri politici” in Cisgiordania.

Ieri, come ormai ogni giorno da oltre un anno a questa parte, 12 cittadini cisgiordani sono stati arrestati.

In un comunicato stampa, il movimento di resistenza islamica ha dichiarato che le forze di sicurezza dell’ANP a Nablus hanno sequestrato Abbas Fatayer, a pochi giorni dalla sua liberazione dalle prigioni israeliane, e, a Ramallah, l’ing. Khaled Salameh, consigliere del ministro per i Lavori pubblici ed ex presidente dell’Ordine degli ingegneri.

Sono stati arrestati, inoltre, Ahmad al-Bireh, Badr Khalil al-Amudi, di Nablus, e Ashraf Ghazi, di Awarta, zona sotto controllo israeliano.

In provincia di Qalilyah, le forze di sicurezza hanno arrestato l’ing. Maher Matar di Azun, dopo averne invaso l’abitazione; Anas Abdelilah Khaled, studente all’università an-Najah; Saed Shawkat Samha; Hasan Ali Zahran.

In provincia di Ramallah, le forze di sicurezza hanno arrestato il giornalista Baha al-Farah, responsabile dell’ufficio stampa del presidente del CLP prigioniero di Israele, Aziz Dweik.

In provincia di Salfeet, le forze di sicurezza hanno arrestato per la seconda volta Jamal al-Khatib, di Deir Ista.

In provincia di Jenin hanno arrestato Mutasem Omar Steti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.