Protesta contro il Muro d'Apartheid: sette pacifisti soffocati dai gas lacrimogeni dei soldati israeliani

Betlemme – Infopal. Nell'ambito delle proteste settimanali che coinvolgono i villaggi adiacenti al Muro d'Apartheid israeliano, ieri, 3 settembre, ci sono stati diversi manifestanti soffocati dal lancio di gas lacrimogeni.

Il villaggio di al-Mas'ara, a sud di Betlemme, ha visto il raduno e la marcia di attivisti pacifisti locali ed internazionali che insieme hanno cantato slogan ed esibito immagini di al-Quds (Gerusalemme) e della Moschea di al-Aqsa, in commemorazione della giornata per Gerusalemme, che ricorre l'ultimo venerdì di Ramadan.

Gas lacrimogeni e bombe assordanti sono stati lanciati contro la folla e sette pacifisti sono rimasti soffocati.

Come pure gli altri nella zona, anche il villaggio di al-Mas'ara, è stato colpito dalla costruzione del Muro voluto da Israele; terreni agricoli espropriati e intere zone divise fisicamente, con conseguente impatto devastante su vite ed economia della comunità palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.