Proteste settimanali di Ni'lin: Israele arresta 5 medici

Imemc e agenzie. Lo scrittore e regista Joseph Dana ha riportato sul suo account di twitter che l'esercito israeliano ha condotto ieri diversi arresti a Ni'lin, vicino a Ramallah, inclusi i cinque membri dell'équipe della Mezzaluna Rossa.

Dana, che è regolarmente presente alle proteste settimanali di Ni'lin contro la costruzione del Muro di separazione e di annessione, ogni venerdì aggiorna in tempo reale chi lo segue su Twitter.

Questa settimana, ha riportato che l'esercito israeliano ha arrestato, oltre alla squadra della Mezzaluna Rossa, un fotografo che scattava immagini delle azioni non-violente e un membro del gruppo umanitario israeliano B'Tselem.

L'esercito israeliano ha confermato tutti e sette gli arresti, ma ha mancato di citare il fatto che cinque di loro sono stati condotti nei confronti di operatori medici.

La Mezzaluna Rossa è l'equivalente musulmano della Croce Rossa cristiana, e durante le diverse dimostrazioni non-violente della Cisgiordania fornisce cure mediche in loco a chi soffre degli effetti da respirazione di gas lacrimogeno o viene colpito dai proiettili di gomma (con cuore di metallo, ndr), entrambe armi impiegate regolarmente dall'esercito israeliano, che le chiama “tattiche di dispersione della folla”.

Il villaggio di Ni'lin vede ogni venerdì l'organizzazione di un corteo contro la costruzione del Muro, che ha ridotto le terre dei suoi abitanti da 58.000 dunum [circa 5.800 ettari, ndr] a 10.000. Alla fine dei lavori, al villaggio saranno lasciati solo 7.300 dunum.

Joseph Dana ha un sito personale (josephdana.com) e scrive per il blog +972 (972mag.com).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.