Pulizia etnica a tutto campo, Tel Aviv: evacuate 13 famiglie palestinesi.

Gerusalemme – Infopal. Mentre Israele continua a demolire le case di Gerusalemme Est e a rimpiazzarne gli inquilini palestinesi con i coloni ebrei, il governo israeliano ha deciso di demolire 13 case palestinesi anche a Lod, vicino a Tel Aviv.

Le famiglie hanno ricevuto ieri degli avvisi ufficiali, che imponevano loro di sgomberare le abitazioni entro due giorni.

Farida Sha’ban, proprietaria di una delle case, ha riferito al sito web di Arabs48 che Israele ha intenzione di espellere tutti i palestinesi e gli arabi dal paese, e che quest’abuso prosegue ininterrotto dalla Nakba del 1948, quando centinaia di migliaia di palestinesi furono cacciati dalle loro case e terre prima della creazione dello stato d’Israele in Palestina.

Farida ha quindi rivolto un appello ai leader politici e alla popolazione araba perché si uniscano alle 13 famiglie nel protestare contro gli sfratti nelle tende piantate a Lod.

“Sui nostri cadaveri, non lasceremo mai le nostre case e la nostra città – ha promesso Farida. – Io e mio marito, Ali Sha‘ban, abbiamo costruito questa casa e pagato tutto quello che avevamo per dare una casa e una dignità ai nostri figli”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.