Qaradawi invita i musulmani al Jihad civile in Palestina

Qaradawi invita i musulmani al Jihad civile in Palestina

“Condanna il silenzio degli arabi per i tentativi di demolire Al-aqsa”

Da: www.assabeel.net

Il dott. Yousef Al-Qaradawi, presidente dell’Unione internazionale dei Sapienti musulmani, presidente dell’Associazione internazionale di Al-Aqsa, ha condannatoli silenzio degli arabi per quanto sta accadendo nei territori palestinesi. In particolare, i lavori di demolizione che riguardano la Moschea Al-Aqsa, invitando gli arabi ad un “Jihad (sforzo) civile” in Palestina tramite la costruzione delle infrastrutture necessarie per la vita.

Le dichiarazioni di Qaradawi sono giunte in apertura della V Conferenza internazionale su Gerusalemme, che si svolge dal 26 al 28 marzo in Algeria "Chi rinuncia ad Al-Aqsa – ha sottolineato Qaradawi – sarà in grado di rinunciare anche alla santa moschea della Mecca. E’ dovere della nazione araba partecipare nel sostegno ai palestinesi nella difesa della loro identità e civiltà e della città di Gerusalemme”.

“Invito al Jihad, ‘sforzo’ civile in Palestina – ha aggiunto – costruendo moschee, ospedali, … e resistendo a Gerusalemme contro il sionismo”. E ha chiarito che quello civile è il quattordicesimo tipo di Jihad.

Ha poi concluso parlando di 60 progetti che l’associazione sta eseguendo, invitando i governi arabi e le associazione della comunità civile di partecipare nelle spese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.