QB: 12 soldati israeliani uccisi in una complessa operazione nel campo di Jabalya

Gaza – PIC. Le Brigate al-Qassam, braccio armato di Hamas, hanno dichiarato che 12 soldati israeliani sono stati uccisi in una complessa operazione nel campo profughi di Jabalya, nel nord della Striscia di Gaza.

Secondo un comunicato diffuso dalle Brigate al-Qassam mercoledì, l’operazione è avvenuta nell’area del Blocco 4 del campo di Jabalya, dove i combattenti hanno preso di mira un bulldozer blindato con un proiettile Yassin 105 e un gruppo di soldati rintanati all’interno di una casa con missili anti-uomo, prima di scontrarsi con essi.

“Non appena una forza di soccorso è avanzata sul posto, un ordigno Shuwad è stato fatto esplodere contro un carro armato Merkava, e mentre c’era un tentativo [da parte dei soldati israeliani] di prendere l’equipaggiamento che giaceva a terra dopo che i loro compagni erano stati presi di mira, gli aerei da guerra sionisti hanno barbaramente bombardato la zona”, hanno spiegato le Brigate.

Almeno 12 soldati israeliani sono stati uccisi nell’operazione, hanno affermato le Brigate, aggiungendo che l’esercito israeliano ha iniziato a trainare i suoi veicoli distrutti sotto i bombardamenti aerei.

I combattenti di al-Qassam hanno anche sequestrato un drone militare israeliano a ovest del campo di Jabalya.

Martedì, le Brigate al-Qassam hanno dichiarato che i suoi combattenti hanno ucciso otto soldati e distrutto alcuni carri armati e veicoli blindati a Jabalya.

L’esercito di occupazione israeliano, da parte sua, ha ammesso martedì che 28 soldati sono stati feriti, alcuni in modo grave, negli scontri con i combattenti di Hamas nella Striscia di Gaza.

Dalla fine della settimana scorsa, l’esercito israeliano ha dichiarato che 95 soldati sono stati feriti a Gaza.