Quale futuro per la Palestina e per Israele? Un convegno a Biella, nel torinese.

La dimensione della parola condivisa

Quale futuro per la Palestina e per Israele?

Biella, 12 e 13 maggio 2006 – Sala Convegni BIVERBANCA, Via Carso 15

 


Provincia di Biella

Assessorato alla Cooperazione e Pace

Comune di Biella

Assessorato alla Cooperazione e Pace

Fondazione CRT

Biella Province

Councillorship for Cooperation and Peace

Biella Municipality

Councillorship for Cooperation and Peace

CRT Foundation


   associazione culturale

     cultural association


 

Programma

 

Venerdì12 maggio

09.00 Welcome coffee

Apertura dei lavori

09.30 – 10.00

Alfredo Tradardi

Presidente Itàca

Sergio Scaramal

Presidente della Provincia di Biella

Vittorio Barazzotto

Sindaco di Biella

 

 

Prima sessione

10.00 – 13.30

Coordina

Franca Balsamo

Jamil Hilal

Dopo le elezioni palestinesi

Ilan Pappe

Dopo le elezioni israeliane

 

coffee break

Tanya Reinhart

L’eredità di Sharon

Omar Barghouti

Arte e oppressione

 

Dibattito

13.30 – 14.30

Lunch

 

 

Seconda sessione

14.30 – 18.30

Coordina

Silvia Macchi

Gideon Levy

L’occupazione

Wasim Dahmash

I profughi

 

coffee break

Mazin Qumsiyeh

Gli Stati Uniti e il Medioriente

Giorgio Frankel

L’Europa e il Medio Oriente

 

Dibattito

 

 

21.30 – 23.00

Teatro Sociale Villani di Biella

Spettacolo teatrale

IL MIO NOME E’ RACHEL CORRIE

 

la tragedia di essere vittima della vittime

 

 

Sabato 13 maggio

 

Terza sessione

09.30 – 13.00

Coordina

Amedeo Cottino

Tavo
la rotonda

Il passato – Il presente – Il futuro

Ilan Pappe

La pulizia etnica

Jamil Hilal

Fine della soluzione “due popoli – due stati”?

Mazion Qumsiyeh

Un movimento globale contro l’apartheid

Omar Barghouti

Il boicottaggio

Tanya Reinhart

Una nuova forma di resistenza popolare

 

coffee break

 

Dibattito

Interventi

Diana Carminati-Rosita Di Peri-Diego Siragusa-Gabriella Rossetti

 

Egi Volterrani

Aharon Shabtai

J’Accuse

 

 

Conclusioni

13.00 – 13.30

Davide Bazzini

Assessore alla Cooperazione e Pace della Provincia di Biella

Alberto Zola

Assessore alla Cooperazione e Pace del Comune di Biella

 

Perché questo seminario

Molti sono gli eventi che si sono succeduti in Palestina, mentre in ogni parte del mondo “ … le ombre si allungano e le voci della follia stanno diventando più forti”. 

E’ scomparso, in circostanze ancora non chiarite, Yasser Arafat, è uscito dalla scena politica Ariel Sharon, le elezioni palestinesi e quelle israeliane hanno prodotto un vero e proprio terremoto politico, la costruzione del Muro dell’Apartheid prosegue indisturbata malgrado un parere inappellabile e severo della Corte Internazionale di Giustizia.

Il cosiddetto “ritiro unilaterale” ha trasformato la striscia di Gaza in una prigione a cielo aperto e in campo di esercitazione della feroce brutalità dell’esercito e del governo israeliani.

 

E’ diventato indispensabile un momento di riflessione collettiva:

·          sul passato, sul presente e sul futuro della Palestina e di Israele

·          sui compiti dell’Europa e del movimento di solidarietà internazionale

 

Con uno dei pochissimi strumenti a nostra disposizione, “la dimensione della parola condivisa” o, se preferite, con il metodo della “narrazione-ponte”.

Relatori e coordinatori

Omar Barghouti

Analista politico e culturale indipendente ha pubblicato saggi sulla nascita dell’impero, sulla questione palestinese e sull’arte degli  oppressi.

Wasim Dahmash

Docente di Dialettologia Araba all’Università La Sapienza di Roma ha tradotto in italiano molti testi di autori arabi.

Giorgio Frankel

Giornalista professionista, si occupa di Medio Oriente, petrolio e industria aerospaziale. Collabora a “Il Sole 24 Ore”.

Jamil Hilal

Sociologo, ha pubblicato vari libri e numerosi articoli (in arabo e in inglese) sulla società e la politica palestinesi. Con Ilan Pappe ha curato “Parlare con il nemico”, Bollati Boringhieri 2004 

Gideon Levy

Giornalista, scrive sul quotidiano israeliano Haaretz articoli di denuncia dell’occupazione militare nei territori occupati.

Ilan Pappe

Professore ordinario presso il Dipartimento di scienze politiche dell’Università di Haifa, e presidente dell’Emil Touma Institute for Palestinian Studies, Haifa.  Autore di numerose pubblicazioni tra le quali “Storia della Palestina moderna. Una terra, due popoli”, Einaudi 2005

Mazin Qumsiyeh

Docente di genetica alla facoltà di Yale. E’ autore del saggio "Sharing the Land of Canaan: Human Rights and the Israeli-Palestinian Struggle."  Qumsiyeh è cofondatore di Al-Awda, la coalizione palestinese per il diritto al ritorno.

Tanya Reinhart

Docente di linguistica alle università di Utrecht. Dal 1993, dopo gli accordi di Oslo, scrive su temi di politica mediorientale.

<spa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.