Rafah: delegazione australiana bloccata dalle autorità egiziane.

Gaza – Infopal. La Commissione governativa per rompere l’assedio e accogliere le delegazioni sabato ha riferito che le autorità egiziane insistono nell'impedire a una delegazione di solidarietà australiana di entrare nella Striscia di Gaza attraverso il valico di Rafah.

La Commissione, in un comunicato stampa di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto una copia, ha affermato che la delegazione, composta da 10 sostenitori, è bloccata da otto giorni nella città di al-‘Arish, e che ha già contattato numerose autorità per ottenere il consenso a entrare nella Striscia; tuttavia, ogni sforzo è fallito. I dieci, al loro arrivo in Egitto, avevano già completato tutti i documenti necessari per oltrepassare la frontiera.

Nel comunicato si condanna dunque il trattamento riservato dalle autorità egiziane non solo a questa, ma anche ad altre delegazioni di solidarietà dirette verso Gaza: “Con l'intensificarsi dell’assedio imposto dalle forze di occupazione israeliane sulla Striscia di Gaza da oltre due anni e mezzo, i fratelli [egiziani, ndr] dovrebbero facilitare il compito delle delegazioni, che tentano di alleviare, con la propria visita, le sofferenze dei cittadini della Striscia”.

La Commissione ha quindi espresso la propria delusione per l'ostinazione delle autorità egiziane, e ha chiesto che venga permesso loro di entrare nella Striscia, se non altro per portare programmi sociali ed educativi che aiuterebbero a migliorare la vita dei palestinesi sotto assedio.

D'altro canto, nel comunicato vengono apprezzati gli sforzi del Movimento internazionale, che, per la terza settimana consecutiva, ha indetto un sit-in di protesta sul lato egiziano del valico di Rafah, con l’obbiettivo di aprire il passaggio in modo permanente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.