Ragazzini di Gaza celebrano il ricordo di Hiroshima e Nagasaki

Gaza – Infopal. Centinaia di ragazzini hanno acceso ieri notte sulle rive del mare di Gaza delle lanterne di carta, in occasione dell'anniversario del lancio delle due bombe atomiche Usa sulle città di Hiroshima e Nagasaki.

Durante la dimostrazione, organizzata dalla Campagna palestinese internazionale per la rottura dell'assedio della Striscia di Gaza in collaborazione con l'Associazione per l'orientamento scolastico e diverse altre organizzazioni nazionali, i ragazzi hanno gridato slogan per affermare la loro sincera solidarietà con il popolo giapponese, ma anche per invocare un movimento internazionale che li protegga dagli assalti israeliani e faccia in modo che l'embargo di Gaza abbia fine in modo definitivo.

In un discorso tenuto per l'occasione, il coordinatore della Campagna Amjad ash-Shawa ha evidenziato come i palestinesi, che hanno provato e provano ancora l'amarezza dell'occupazione, delle aggressioni e dell'assedio, comprendano pienamente le sofferenze dei giapponesi, ai quali ha quindi espresso l'affetto e l'amicizia della sua nazione.

Ha poi ricordato la posizione dei cittadini giapponesi durante la guerra israeliana contro la Striscia di Gaza, quando l'ambasciata israeliana a Tokyo venne circondata dalla folla.

“Nonostante l'embargo e l'isolamento che c'impone Israele – ha proseguito ash-Shawa -, vogliamo ricordare questa tragedia dell'umanità, e non ignoriamo le sofferenze di nessuno al mondo quando viene colpito dalla guerra o da un sopruso.

“I nostri ragazzi sono venuti qui per solidarizzare con i loro coetanei giapponesi in questa loro dolorosa ricorrenza, e per ribadire che qui a Gaza c'è un popolo vivo che aspira a conquistare la sua libertà e la sua indipendenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.