Ragazzino palestinese assassinato a sangue freddo da militari israeliani: giocava con un fucile di plastica.


Ieri sera, i militari israeliani hanno ucciso un ragazzino palestinese di 15 anni, Abed Al-Muhsin Skafi, che stava giocando con un fucile di plastica.
L’adolescente si trovava nel quartiere di
Wadi At-Tuffah, nel sud di Hebron, nella West Bank.

Una pattuglia israeliana a Hebron ha visto Shafi maneggiare un fucile-giocattolo, gli ha ordinato di fermarsi e gli ha sparato a bruciapelo.

L’assassinio a sangue freddo è stato confermato dai medici dell’ospedale Al-Ahli
di Hebron, dove il minore è stato trasportato dopo l’attacco: gli intestini uscivano dalla ferita, all’altezza del ventre, e una mano era stata morsa dai cani. Il suo corpo era crivellato di proiettili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.