Raid dell’aviazione israeliana a Gaza distrugge una fabbrica di mattoni

Gaza – Speciale InfoPal. All’alba di ieri, domenica 10 luglio, l'aviazione israeliana ha lanciato un’offensiva contro la Striscia di Gaza assediata.

Una fabbrica di mattoni è stata colpita a Gaza Cty.

Il nostro corrispondente ha raccontato dell’arrivo improvviso di F-16 israeliani e del contestuale lancio di due missili contro la fabbrica di cemento di proprietà della famiglia Hassanen.

 

Ogni infisso è andato in frantumi con l’esplosione e l’edificio è stato completamente distrutto. Non si riportano notizie di feriti.

  

Le autorità d’occupazione israeliane hanno affermato che l’operazione è stata una risposta al lancio di tre razzi in direzione di ‘Ashkelon.


Sabato scorso, l’artiglieria israeliana aveva aperto il fuoco a nord, all’altezza di Beit Lahiya, ferendo una ragazza. 

Fonti mediche locali che l'avevano soccorsa avevano chiarito che la vittima, affetta da problemi mentali, si era avvicinata alla zona cuscinetto imposta unilateralmente dai militari israeliani fino a 300 metri di profondità in territorio palestinese. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.