‘Ramattan’ chiude gli uffici a Gaza a causa delle ripetute violazioni ai suoi danni.

Imemc. “Ramattan” chiude i suoi uffici a Gaza a causa delle ripetute violazioni ai suoi danni.

La direzione dell’agenzia d’informazioni “Ramattan” ha deciso mercoledì di chiudere – salvo un eventuale ripensamento – gli uffici di Gaza “a causa delle ripetute violazioni commesse dalle forze di sicurezza controllate da Hamas”.

La decisione è stata presa in base a diversi fattori, quali i ripetuti incidenti dovuti all’irruzione delle forze di sicurezza di Hamas negli uffici di “Ramattan”.

Martedì sera, le forze di sicurezza interna di Hamas erano entrate negli uffici di “Ramattan” a Gaza per prevenire una conferenza stampa dell’agenzia.

“Ramattan” afferma che queste violazioni intralciano la libertà di stampa e sono da considerare un tentativo di limitare il lavoro dei media a Gaza.

Quello di martedì è stato il primo blitz delle forze di sicurezza negli uffici di “Ramattan”, tuttavia pare che in precedenza incidenti simili siano stati evitati per poco.

“Ramattan” afferma che la sua decisione non è stata presa solo in base al blitz di martedì, ma anche a causa di una latente persecuzione che va ad aggiungersi a problemi di bilancio.

Si pensa che molti altri media, come “Aljazeera”, si siano appoggiati a “Ramattan”, pagandola, per la copertura dell’aggressione israeliana a Gaza, evitando così di mandare proprie troupe.

Il Pchr ha criticato duramente le forze di sicurezza per il blitz nella sede di “Ramattan”, poiché considera quest’azione come una violazione della libertà d’espressione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.