Rapporto del CLP: 50 mila palestinesi sequestrati dalle forze israeliane dal 2000 a oggi.

Il Comitato per i Prigionieri del Consiglio Legislativo palestinese ha diffuso un report in cui denuncia che, dal settembre del 2000 (data di inizio della seconda Intifada), le forze di occupazione israeliane hanno rapito 50.000 palestinesi.

Nel rapporto viene posto in evidenza il paradosso della liberazione di 430 palestinesi, qualche giorno fa, e del sequestro di ben 45 altri nello stesso momento, e di 700 nel solo mese di novembre.

Tra le centinaia di rapiti, ci sono minorenni, donne, malati, anziani.

Nel rapporto si mettono in luce le pratiche disumane del governo di occupazione nei confronti dei carcerati, a cui viene rifiutata la libertà anche in caso di minore età, malattia o gravidanza. Molti prigionieri si trovano in stato di "detenzione amministrativa", senza imputazione alcuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.