Rapporto dell’ONU: Israele ha demolito 66 case palestinesi dall’inizio del 2010

Ramallah – Infopal. Un rapporto dell'Ufficio di Coordinamento per gli Affari Umanitari dell'ONU (OCHA) competente per i “territori palestinesi occupati” riferisce che le autorità israeliane, nel 2010, hanno demolito 65 abitazioni nella zona C della Cisgiordania occupata, il che ha provocato l'emigrazione forzata di 125 persone, tra cui 47 minori.

Inoltre, le autorità occupanti israeliane hanno demolito un'abitazione di proprietà palestinese nella parte orientale di al-Quds (Gerusalemme), riducendo sette persone senzatetto, mentre insistono affinché altre tre famiglie provvedano a demolire di loro iniziativa le loro case.

Il rapporto dell'OCHA spiega inoltre che l'Amministrazione civile israeliana, la scorsa settimana, ha consegnato ben 41 ordinanze militari che intimano di interrompere l'attività edilizia nella Cisgiordania occupata, ed altre 25 ordinanze a Gerusalemme (al-Quds) est riguardanti 18 case attualmente abitate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.