Rapporto Onu: ‘Legale il blocco su Gaza. Israele fece uso eccessivo della forza’

Betlemme – Ma'an. Un rapporto Onu sull'attacco mortale sferrato da Israele contro la nave di aiuti turca diretta a Gaza ha decretato che il blocco navale era legale, ma che i commando fecero uso di eccessiva forza nell'incidente di maggio 2010.

“The New York Times” svela un'indiscrezione del documento reso pubblico venerdì nel quale si legge che “Israele fece uso di 'eccessiva e inspiegabile forza' dopo aver incontrato 'la resistenza violenta' da parte di alcuni dei passeggeri a bordo”.

Di quell'attacco, Israele e Turchia ne discutono dal 31 maggio 2010, quando nove attivisti turchi furono uccisi.

L'ex premier della Nuova Zelanda, Geoffrey Palmer, ha guidato l'indagine Onu sull'attacco alla Flotilla, ovvero sul tentativo di portare aiuti umanitari a Gaza affrontando il blocco imposto da Israele.

La pubblicazione del rapporto è stata posticipata più di una volta. Per quelle uccisioni, la Turchia ha preteso da Israele le scuse, ma questo si è rifiutato. Dunque, le parti non si sono accordate sulle conclusioni del rapporto.

Giovedì, il Segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, ha incontrato il ministro degli Esteri turco Davutoglu al margine di un incontro sulla Libia a Parigi. Stando a un resoconto fornito dalla radio israeliana, Clinton ha chiesto alla Turchia di fare in modo che le relazioni con Israele non si aggravino ulteriormente.

Davutoglu, giovedì, ha messo in guardia: “I diplomatici lanceranno il 'Piano B' con il quale si leva 'l'eventualità di sanzioni se Israele non chiederà scusa al momento della pubblicazione del rapporto”. Questo è quanto emerge da un'intervista rilasciata al quotidiano turco “Zaman”.

Venerdì il quotidiano israeliano “Haaretz” ha aggiunto un altro particolare secondo il quale il rappresentante diplomatico israeliano in Turchia potrebbe essere espulso, declassando quindi i rapporti diplomatici di fronte al reiterato rifiuto israeliano di porgere le scuse alla Turchia.

Il rapporto Onu in versione integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.