Rapporto Onu su Gaza: 9 abitanti su 10 sono poveri.

Gaza. Un rapporto dell’Onu pubblicato ieri ha rivelato che la povertà nella Striscia di Gaza è degenerata a livelli mai raggiunti da quando Israele occupò la regione, nel 1967.

Come ha riportato il sito web del giornale israeliano Yedioth Ahronoth, l’agenzia Onu per il Commercio e lo sviluppo afferma che il 90% degli abitanti di Gaza è attualmente al di sotto della soglia della povertà, e valuta i danni causati dalle tre settimane di offensiva militare israeliana in 4 miliardi di dollari Usa, una somma che è il quadruplo delle entrate annuali del mercato della Striscia.

L’agenzia riferisce in realtà che le operazioni belliche hanno interrotto ogni commercio nella regione, creando un deficit di circa 88 milioni di dollari. Questi, aggiunti ai danni materiali e alle perdite finanziarie dovute all’assedio e alle restrizioni al commercio imposte in seguito, spiegano il risultato finale di 4 miliardi.

Anche le capacità produttive di Gaza sarebbero in costante declino, e la recessione economica durerebbe ormai da nove anni.

Come ricorda l’Onu con dispiacere, i 4,4 miliardi di dollari promessi alla Striscia durante una conferenza tenuta a Sharm ash-Shaykh non hanno ancora raggiunto i loro destinatari. Altre agenzie delle Nazioni Unite, compresa l’Unrwa, hanno spiegato che ciò è dovuto al rigido embargo mantenuto da Israele sul territorio.

La conferenza in questione, svoltasi a marzo, includeva rappresentanti di 45 nazioni diverse. La somma promessa dagli Stati Uniti ammonta a 900 milioni di dollari, più di un quinto del totale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.