Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane

Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane

18-24/08/2011

Le Foi (Forze di occupazione israeliane) intensificano gli attacchi contro civili e proprietà palestinesi nella Striscia di Gaza.

Le Foi hanno ucciso 17 palestinesi nella Striscia di Gaza

                    5 delle vittime – tra le quali due bambini e un medico – erano civili

                    3 operai risultano dispersi in seguito al bombardamento aereo israeliano di un tunnel a Rafah

Un attivista della Resistenza palestinese è morto in seguito alle ferite riportate a Gaza City.

 

14 palestinesi – di cui 5 bambini e due donne – sono stati feriti dalle Foi nella Striscia di Gaza.

Aerei da guerra israeliani hanno sferrato 41 attacchi contro obiettivi nella Striscia di Gaza

                    Diversi edifici civili e 6 siti di addestramento della Resistenza palestinese sono stati distrutti o danneggiati.

Le Foi hanno continuato a ostacolare con la forza proteste non violente in Cisgiordania.

                    Un civile palestinese è rimasto ferito e decine di dimostranti sono rimasti intossicati per l'inalazione di gas lacrimogeni.

Le Foi hanno commesso 27 incursioni in comunità palestinesi in Cisgiordania.

                    Due civili palestinesi sono stati feriti dalle Foi a Hebron e a Betlemme.

                    Le Foi hanno arrestato 77 palestinesi, tra i quali un membro del Consiglio legislativo palestinese, due giornalisti, accademici e personalità pubbliche.

Israele ha mantenuto l'assedio totale sui Territori palestinesi occupati, e l'isolamento della Striscia di Gaza dal resto del mondo.

                    Le Foi hanno continuato a imporre rigide limitazioni all'accesso di palestinesi a Gerusalemme durante il mese del Ramadan.

Le Foi hanno proseguito le attività di insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani hanno continuato ad attaccare civili e proprietà palestinesi.

                    Coloni israeliani hanno dato fuoco a due automobili e hanno picchiato due bambini vicino a Ramallah.

                    Coloni israeliani hanno sradicato 52 alberi da frutto nella cittadina di Beit Ummar, a nord di Hebron.

 

Riepilogo

Nel periodo di riferimento, le Foi hanno sferrato una nuova offensiva militare sulla Striscia di Gaza, continuata per tre giorni. Hanno bombardato infrastrutture civili e siti di addestramento di gruppi della Resistenza palestinese, e hanno attaccato diversi attivisti appartenenti a gruppi di resistenza. Diversi civili palestinesi, compresi donne e bambini, sono rimasti uccisi o feriti. Diverse infrastrutture civili sono state danneggiate. Questa offensiva è stata lanciata alcune ore dopo gli attacchi armati che hanno colpito la città di Eilat, Israele meridionale, vicino al confine egiziano, dove – secondo fonti israeliane –  sono rimasti uccisi 8 israeliani e 7 attentatori, e diversi altri israeliani sono stati feriti.

Sono proseguite le violazioni israeliane delle leggi internazionali e di quelle umanitarie nei Territori palestinesi occupati nel periodo di riferimento del rapporto: 18-24 agosto 2011.

Uso di armi da fuoco

Nel periodo del rapporto le Foi hanno ucciso 17 palestinesi nella Striscia di Gaza, di cui 5 civili (due bambini, un medico, un operaio e un contadino). Hanno poi ferito 20 palestinesi, di cui 6 bambini e due donne nella Striscia di Gaza, e altri 3 in Cisgiordania. Oltre a ciò un attivista della Resistenza palestinese è morto nella Striscia di Gaza per le ferite precedentemente riportate.

Nella Striscia di Gaza, poche ore dopo gli attacchi armati di Eilat, giovedì sera nella città meridionale di Rafah le Foi hanno giustiziato senza procedimento legale 5 membri dei Comitati popolari di resistenza, nonché il bambino di uno di essi.

Venerdì 19 agosto le Foi hanno sferrato una serie di attacchi aerei su obiettivi nella Striscia di Gaza, causando la morte di 5 attivisti della Resistenza palestinese, di un medico e di un bambino, e il ferimento di 5 palestinesi, di cui due donne e due bambini.

Public Document

For further information please visit our website

(http://www.pchrgaza.org) or contact PCHR’s office in Gaza City, Gaza

Strip by email (pchr@pchrgaza.org) or telephone (+972 (0)8 2824776 – 2825893).


Traduzione per InfoPal a cura di Stefano Di Felice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.