Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane

Pchr – Palestinian Center for Human Rights. Proseguono gli attacchi sistematici delle forze d'occupazione israeliane contro civili e proprietà palestinesi nei Territori palestinesi occupati.

Periodo di riferimento: 25 agosto – 7 settembre 2011

– Cinque palestinesi sono stati uccisi in raid aereo sulla Striscia di Gaza. Due delle vittime erano civili.

– Recuperati i corpi di 3 operai dispersi in seguito all'attacco aereo israeliano contro un tunnel nella Striscia di Gaza meridionale.

– Un bambino palestinese è morto nella Striscia di Gaza per le ferite precedentemente riportate.

– 28 palestinesi, dei quali 13 bambini, 7 donne e un anziano, sono stati feriti dalle forze d'occupazione israeliane nella Striscia di Gaza. Un civile è rimasto ferito in Cisgiordania.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno fatto ancora uso della forza nei confronti di manifestanti durante le proteste non-violente in Cisgiordania. Decine di dimostranti sono rimasti intossicati per l'inalazione di gas lacrimogeni.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno condotto 68 incursioni nelle comunità palestinesi della Cisgiordania.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno arrestato 28 palestinesi, dei quali due bambini e due membri del Consiglio legislativo (Clp).

Israele ha continuato a imporre un assedio totale nei Territori palestinesi occupati e ha isolato la Striscia di Gaza dal resto del mondo.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno arrestato almeno 7 palestinesi, tra cui un membro del Clp, presso posti di blocco militari in Cisgiordania.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno proseguito le attività di insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani hanno continuato ad attaccare civili e proprietà palestinesi.

– Coloni israeliani hanno appiccato il fuoco a una moschea nel villaggio di Qasrah, vicino a Nablus.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno ordinato la demolizione di ulteriori proprietà palestinesi.

– Le forze d'occupazione israeliane hanno distrutto vaste aree di appezzamenti agricoli e hanno sradicato 88 alberi nel villaggio di al-Walaja, vicino a Betlemme.

– Coloni israeliani hanno sradicato 20 ulivi a Qalqiliya e hanno bruciato 100 alberi a sud-est di Betlemme.

Riepilogo
Continuano le violazioni israeliane delle leggi internazionali e di quelle umanitarie nei Territori palestinesi occupati nel periodo di riferimento del rapporto: 25 agosto – 7 settembre 2011.

Uso di armi da fuoco. Durante il periodo di riferimento del presente rapporto del Pchr, le forze d'occupazione israeliane hanno ammazzato 5 palestinesi, di cui due civili, nella Striscia di Gaza. Un bambino è morto per le ferite precedentemente riportate.

Squadre di soccorso hanno recuperato i corpi di 3 operai palestinesi in un tunnel bombardato dall'aviazione israeliana nella Striscia di Gaza meridionale.

Le forze d'occupazione israeliane hanno ferito 28 civili palestinesi, dei quali 13 bambini, 7 donne e un anziano nella Striscia di Gaza. Un civile è stato ferito in Cisgiordania.

Il 25 agosto nella Striscia di Gaza due civili palestinesi sono rimasti uccisi nel bombardamento aereo israeliano contro il club sportivo al-Salama, nella cittadina di Beit Lahyia, nella Striscia di Gaza settentrionale. Inoltre, 25 civili, dei quali 11 bambini e 7 donne, sono rimasti feriti. Numerose abitazioni e edifici civili hanno riportato danni.

Nella stessa giornata due attivisti della resistenza palestinese sono stati uccisi da un attacco aereo israeliano mentre viaggiavano sulla loro motocicletta nel nord della Striscia di Gaza.

Il 29 agosto, fonti mediche hanno dichiarato che un bambino palestinese di Beit Lahyia è morto per le ferite precedentemente riportate.

Il 6 settembre aerei da guerra israeliani hanno bombardato e distrutto una casa disabitata nel centro della Striscia di Gaza.

In Cisgiordania un civile palestinese è stato ferito dalle forze d'occupazione israeliane nel villaggio di Qasrah, a sud-est di Nablus.

Nel periodo di riferimento del rapporto le forze d'occupazione israeliane hanno fatto eccessivo uso di forza per disseminare le manifestazioni non violente pacifiche organizzate in protesta alle attività di insediamento israeliane e alla costruzione del muro di annessione in Cisgiordania. In questo contesto, decine di civili palestinesi e di difensori dei diritti umani sono rimasti intossicati dai gas lacrimogeni.

Il rapporto in versione integrale

Traduzione per InfoPal a cura di Stefano Di Felice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.