Rassegna stampa ‘cultura e attualità’.

Rassegna stampa “cultura e attualità”.

A cura di Chiara Purgato.

http://www.asca.it/home.php

30-04-10

1* MAGGIO: ACLI INAUGURANO A BETLEMME CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE

 

 

 

(ASCA) – Roma, 30 apr – Il primo maggio delle Acli in Terra Santa. Le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani celebrano quest'anno la giornata internazionale del lavoro inaugurando a Betlemme un Centro di formazione professionale per giovani palestinesi. Il progetto e' realizzato insieme alla Fondazione Giovanni Paolo II onlus e all'Universita' di Perugia. L'inaugurazione coincide con il quarto pellegrinaggio nazionale delle Acli in Israele e Giordania, guidato dal presidente Andrea Olivero. Il Centro permanente di formazione professionale in Cisgiordania verra' ospitato nei locali della Casa della Pace di Betlemme (Hebron Road, 475), una struttura acquisita dalla Fondazione Giovanni Paolo II. Beneficiari del progetto sono i giovani che vivono in Palestina, dove la situazione e' tra le piu' difficili e precarie, con una disoccupazione giovanile che raggiunge cifre elevate e determina una migrazione dai risvolti negativi in molti settori. L'obiettivo e' quello di offrire un'opportunita' di formazione e di inserimento al lavoro, permettendo di migliorare le condizioni di vita e di creare i presupposti per un miglioramento del sistema socio-economico.

Le attivita' previste nel Centro riguardano: corsi di lingua italiana di base e di eccellenza (sara' il primo a partire, nel mese di luglio); corsi di formazione per operatori sociali; corsi di formazione per la progettazione; corsi di formazione professionale per la lavorazione del legno e della madreperla. Il progetto e' finanziato dalle Acli con i contributi del 5xmille. L'inaugurazione del Centro avverra' sabato mattina (ore 9) con una Messa presieduta dal Patriarca latino di Gerusalemme Fouad Twal. Seguira' un incontro con la comunita' cristiana palestinese. Il pellegrinaggio delle Acli proseguira' quindi fino al 5 maggio, giornata prevista per il ritorno. Per il presidente delle Acli Andrea Olivero, ''la coincidenza del pellegrinaggio spirituale in Terra Santa con celebrazione del primo maggio dei lavoratori a Betlemme, rappresenta un segno particolarmente significativo della vocazione delle Acli. Il progetto del Centro di formazione nasce infatti dalla comune volonta' della Fondazione Giovanni Paolo II e della presidenza delle Acli di gettare nella terra e nella citta' natale di Gesu' un segno concreto di dialogo tra i popoli: perche' attraverso il lavoro si promuove la pace e la dignita' della persona. L'incontro con la comunita' cristiana di palestinese e la celebrazione eucaristica con la presenza del patriarca latino di Gerusalemme saranno l'occasione per condividere la fede nel Signore della vita, che ci vuole testimoni nel mondo, pellegrini di pace e di solidarieta' tra i popoli''.

 

 

http://www.romagnaoggi.it/forli/

Forlì, “La tavola della pace” verso Assisi 2010

FORLI' – Martedì prossimo, 4 maggio 2010, alle ore 21,00 presso Il Centro per la Pace – Via Andrelini, 59 a Forlì- il Comune di Forlì ed il Comune di Predappio, con il coordinamento provinciale enti locali per la pace di Forlì e Cesena organizzano ” La tavola della pace: viaggio in Israele e Palestina “, serata dedicata alla proiezione del video realizzato dagli operatori della Tavola della Pace sulla questione israelo- palestinese;interverranno l'Ass. Katia Zattoni, Assessore alla Pace e Diritti Umani del Comune di Forlì , l'Ass. Anna Maria Vallicelli, Assessore al Welfare del Comune di Predappio ed i rappresentanti provinciali della neonata Rete Giovani Amministratori per la Pace, Jennifer Ruffilli, Dario Gaspari, Chiara Venturi.

 

Questa la prima iniziativa di un programma ricco di eventi in vista della marcia della Pace Perugia Assisi 2010, programma che prevede diversi incontri come preparazione alla marcia stessa per sensibilizzare la cittadinanza ad un evento così importante e dimostrare l'attenzione che le due amministrazioni hanno deciso di dedicare alla tematica della pace e dei diritti umani.

 

 

 

http://www.rinnovabili.it/

Gerusalemme, 30 aprile 10

Dove soffia il vento

Golan, terra contesa e promessa energetica

Dopo anni di corsa al solare, Gerusalemme è pronta a buttarsi sull’eolico e a fare del conteso altopiano la sede per un parco eolico da oltre 400 MW

(Rinnovabili.it) – E’ una situazione particolare quella delle alture del Golan, l’altopiano euroasiatico conteso tra Siria e Israele e annesso dal 1890 sotto il diritto civile e la giurisdizione di Gerusalemme. 
Per un territorio dal passato e presente così delicato sembra possa aprirsi un futuro all’insegna energia eolica. L’altopiano ospita già dal 1992 una decina di turbine, 6 MW di capacità in totale sfruttati fino ad oggi per alimentare qualche fabbrica locale, ma a conti fatti si tratta di unità vecchie dalla tecnologia ormai superata. La società realizzatrice, la Mey Golan, sta dunque progettando di rinnovare il parco e con la nuova licenza concessa a inizio anno di realizzare una wind farm molto più grande in accordo con il gigante statunitense AES Corporation. I piani sarebbero quelli di istallare nella zona altre 150 turbine per una potenza complessiva di 400 MW. Si tratta di un progetto da oltre 600 milioni di dollari che verrà messo in piedi in più fasi a partire da un primo step nel 2011. Per Israele la corsa all’eolico rappresenta molto di più che una scommessa. Dopo decenni di focalizzazione sull’energia solare, l’intenzione del Governo è ora quella di triplicare lo sfruttamento di tale fonte. Sul fronte del Golan intanto il ministro delle Infrastrutture israeliano Uzi Landau ha dichiarato che qualsiasi ulteriore progetto dovrebbe essere incluso nei negoziati con la Siria.

 

 

http://notizie.virgilio.it/

M.O./ Gaza, Distribuiti computer laptop a migliaia di bambini

Ne saranno distribuiti 500.000 entro il 2012

Roma, 30 apr. (Apcom) – Migliaia di computer portatili prodotti dall'organizzazione no profit One Laptop per Child sono stati distribuiti dallo staff delle Unrwa (l'Agenzia Onu per i rifugiati palestinesi) ai bambini delle scuole della Striscia di Gaza. Lo riporta il sito web della Bbc. Secondo One Laptop per Child i computer rappresentano uno strumento efficace per migliorare l'educazione dei bambini che vivono in condizioni di povertà.

Secondo l'Unrwa negli ultimi tre anni le condizioni di vita nella Striscia di Gaza si sono deteriorate in modo significativo. Nel giugno 2007 il gruppo integralista Hamas ha preso con la forza il controllo della Striscia, e Israele ed Egitto hanno imposto un blocco alle frontiere che consente l'ingresso solo degli aiuti umanitari.

Il personale dell'Unrwa ha iniziato a distribuire un primo stock di 2.100 laptop a Rafah, nel sud della Striscia. L'obiettivo è quello di distribuire 500.000 computer ai bambini di Gaza entro i prossimi due anni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.