Rassegna stampa ‘cultura e attualità’.

Rassegna stampa “cultura e attualità”.

A cura di Chiara Purgato.

http://www.loschermo.it/categoria_list.php?idcat=20

Si presenta a Lucca il libro “Gerusalemme, ultimo viaggio. Sette diari”

Cultura e Spettacolo : Letteratura

del 15/04/2010 di Gabriele Olivati

LUCCA, 15 aprile – Domani alle 17,30 presso l'auditorium del Centro Culturale Agorà, si terrà la presentazione del libro “Gerusalemme, ultimo viaggio. Sette diari”. Il volume raccoglie le esperienze di giornalisti ed esperti di cooperazione che hanno lavorato in Palestina e Israele dal 2006 ai giorni nostri, più un saggio di padre Michele Piccirillo sui luoghi santi.

L'incontro avrà come ospiti il sindaco di Lucca Mauro Favilla, il direttore del Centro Biblico Diocesano don Luca Bassetti e il senatore del Partito Democratico Giorgio Tonini.

Il volume è curato da Alfredo De Girolamo ed Enrico Catassi (presenti anche loro all'incontro). A metà tra il reportage e il diario, “Gerusalemme, ultimo viaggio”, racconta un periodo intenso della storia israeliana e palestinese attraverso le riflessioni e le esperienze di chi lo ha vissuto. L'incontro, che ha il patrocinio del Comune di Lucca, è moderato da Giovanni Del Carlo ed è stato organizzato con la collaborazione del Limes Club Lucca.

Per info: 339-3244670.

 

 

http://it.peacereporter.net/homepage.php

Cisgiordania, graffiti su una moschea e auto bruciate

Gli abitanti della zona sono convinti che i responsabili degli atti vandalici siano i coloni israeliani

Ieri mattina, gli abitanti della cittadina Hawara, presso Nablus, che si sono recati alla moschea della città, si sono trovati davanti ad un ingiurioso spettacolo. Le pareti esterne del luogo sacro, erano infatti piene di enormi graffiti, che raffiguravano tra le atre cose, stelle di Davide e, il nome di Maometto scritto in caratteri ebraici. Nelle vicinanze inoltre sono state trovate tre auto palestinesi bruciate; la notizia è stata riportata da fonti locali, che sospettano, come i cittadini, che a compiere gli atti di vandalismo siano stati i coloni israeliani di quelle zone.

La radio militare ha anche parlato di centinaia di alberi sradicati in un villaggio palestinese nella zona di Ramallah, anche in questo caso da imputare probabilmente ai coloni. Le autorità israeliane hanno lanciato appelli alla calma, dicendo di aver aperto un indagine per identificare i responsabile di questi attacchi, ma hanno anche fatto appello all'Anp perché cerchi di contenere il moltiplicarsi di manifestazioni di protesta contro la barriera di sicurezza.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.