Rassegna stampa del 17 e 18 aprile.

Rassegna stampa del 17 e 18 aprile.

A cura di Chiara Purgato

http://www.apcom.net/

M.O./Giornata prigionieri, Fatah e Hamas celebrano insieme a Gaza

Più di 7000 i palestinesi detenuti nelle carceri israeliane 
Gaza, 17 apr. (Apcom) – I due partiti palestinesi rivali Hamas e Fatah hanno celebrato insieme oggi nella Striscia di Gaza la Giornata dei prigionieri palestinesi, chiedendo la liberazione degli oltre 7.000 detenuti nelle carceri israeliane. Il ministro della Giustizia e dei prigionieri del governo di Hamas, Faraj al Ghul, intervenendo all'evento, ha sottolineato la necessità di “unire la forza dei movimenti palestinesi e del popolo per sostenere la causa dei prigionieri”. Il rappresentante di Fatah, Raafat Hamdouna, ha affermato, da parte sua, che questa giornata “deve consentire di porre fine alle divisioni. E' necessario mettere da parte tutto ciò che può nuocere alla nostra unità”. In un comunicato, il presidente palestinese, Abu Mazen, ha sottolineato che “non può esservi pace senza una soluzione definitiva della questione dei detenuti e senza la liberazione di tutti i prigionieri dalle carceri israeliane”. “Il presidente Abu Mazen promette a tutti i detenuti delle carceri israeliane e al popolo palestinese che la questione dei prigionieri resterà la nostra priorità”, ha dichiarato Abu Mazen. “Il nostro obiettivo è di farli liberare e ritornare a casa”, ha insistito. Davanti ai locali della Croce rossa a Gaza, alcune famiglie di detenuti e di militanti osservavano uno sciopero della fame di 24 ore per questa giornata che è stata celebrata insieme da Hamas e Fatah per la prima volta dalla presa di controllo di Gaza da parte del movimento islamico palestinese nel 2007. Abu Mazen ha inoltre annunciato che un uomo condannato a 10 anni di reclusione è morto venerdì nella sua cella. Si tratta, secondo lui, del 19esimo palestinese deceduto in un carcere israeliano negli ultimi dieci anni. In Cisgiordania, un migliaio di persone hanno manifestato a Ramallah, brandendo ritratti di detenuti, fra cui quello del leader Marwan Barghuthi, capo di Fatah condannato nel 2004 a cinque ergastoli da un tribunale israeliano. “Non abbasseremo la guardia fino a quando la questione dei prigionieri non sarà risolta”, ha dichiarato il ministro incaricato dei prigionieri, Issa Qaraqae. A Gerusalemme, delle famiglie di detenuti si sono riunite all'entrata della Città vecchia. Più di 7.000 palestinesi, di cui 270 di meno di 18 anni, sono detenuti da Israele, secondo l'Ufficio statistico centrale palestinese. Tre prigionieri sono in carcere da più di 30 anni e 315 da oltre 15. 264 sono in detenzione amministrativa, ovvero sono stati incarcerati senza processo.  

http://notizie.virgilio.it/

M.O./ Detenuto palestinese trovato morto in carcere Israele

Aveva 27 anni, sarà effettuata autopsia

Gaza City, 17 apr. (Ap) – Un detenuto palestinese di 27 anni è morto in un carcere israeliano. Lo hanno reso noto le autorità dello stato ebraico.

Raed Hamad è stato trovao morto nella sua cella ieri a tarda ora: sul suo corpo, ha annunciato l'avvocato, sarà effettuata l'autopsia per accertare le cause del decesso. Issa Karake, ministro palestinese per le questioni carcerarie, ha dichiarato che il detenuto era in reclusione solitaria da diciotto mesi e questo ha aggravato le sue condizioni.

L'avvocato di Hamad, Tareq Barghouth, ha dichiarato che il suo cliente aveva bisogno di sostegno psicologico ma nessuno glielo ha fornito nei suoi cinque anni di detenzione. Israele ha quasi 6.700 palestinesi in custodia e l'Anp (Autorità nazionale palestinese) ne reclama il rilascio. Oggi tra l'altro si celebra la giornata del detenuto palestinese: i movimenti rivali Hamas e al Fatah hanno partecipato insieme alla cerimonie nella Striscia di Gaza.

http://www.ansa.it/

L'Olp nega negoziati segreti con Israele

Lo ha detto Erekat dopo un incontro con Moussa (Lega araba)

(ANSA) – IL CAIRO, 17 APR – L'Olp smentisce l'esistenza di negoziati segreti fra Israele e palestinesi in sostituzione di quelli indiretti proposti da Washington. ''Vi invito a non prestare attenzione alle voci israeliane che non sono vere'' ha detto Saeb Erekat, capo del dipartimento per i negoziati dell'Olp, al termine di un incontro con il segretario della Lega araba, Moussa. Erekat ha aggiunto che il 95% dei colloqui israeliani si svolge all'esterno dell'aula per i negoziati e arrivano poi all'opinione pubblica.

Gaza: esplosione notturna, 2 morti

Vittime sono miliziani palestinesi,forse stavano piazzando bomba

(ANSA) – GAZA, 18 APR – Due miliziani palestinesi sono stati uccisi la scorsa notte nella striscia di Gaza, da un'esplosione vicino al campo profughi al Bureij. Secondo fonti locali i due potrebbero essere stati dilaniati da un ordigno che essi stessi stavano deponendo sul terreno per colpire le pattuglie israeliane di confine. Le vittime sono state identificate in Ayman Abu Kussa e Naji Nabahin. La loro affiliazione politica non e' ancora chiara. In Israele questo episodio non e' stato ancora commentato.

http://www.agi.it/home

MORATORIA M. O.: MINISTRO FINANZE, ISRAELE ANNULLI

(AGI) – Gerusalemme, 18 apr. – Il ministro delle Finanze israeliano Yuval Steinitz sembra voler cancellare ogni minima chance di ripresa di negoziati di pace israelo-palestinesi. Per Steinitz, infatti, visto che i palestinesi hanno respinto la moratoria di 10 mesi nella costruzione di nuovi insediamenti in Cisgiordania “se entro uno o due mesi non torneranno sui loro passi allora tanto vale ripresndere a costruire”, ha detto al Jerusalem Post .
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.