Repressa la manifestazione nonviolenta di Nil’in: l’esercito israeliano assedia la cittadina.

Ramallah – Infopal. Ieri, l’esercito di occupazione israeliano ha aggredito e represso la pacifica manifestazione di Ni’lin, a ovest di Ramallah, organizzata dagli abitanti e dai sostenitori stranieri contro il Muro di Annessione.

I soldati hanno attaccato lanciando gas lacrimogeni e bombe al suono che hanno creato problemi respiratori a decine di manifestanti.

La protesta aveva preso il via, come abitualmente succede ogni venerdì, con la preghiera comunitaria, nella zona “Beer al-Falafel”, accanto alle terre sequestrate, ed era stata seguita da un sit-in e dal corteo pacifico.

Durante il sermone, shaikh Mohammad Jamil Amira aveva invitato all’unità e a rifiutare le divisioni.

Il villaggio è da ieri sotto stretto assedio: per le strade sono stati dispiegate truppe e diverse postazioni di controllo. Ai sostenitori stranieri, tra cui 15 spagnoli, è impedito di raggiungere Nil’in.

A seguito dell’aggressione dei soldati israeliani contro i manifestanti sono scoppiati scontri con i cittadini.

Notizie correlate:

22-08-2008: "Proiettili di ‘gomma’ contro pacifisti di Nil’in: un ragazzo gravemente ferito."

Altre nel nostro spazio dedicato alla resistenza nonviolenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.