Resistenza non violenta: le truppe d’Israele reprimono la manifestazione settimanale contro il Muro dell’Apartheid

Ramallah – Imemc. Molti cittadini sono rimasti intossicati dai gas lacrimogeni lanciati dalle forze di occupazione israeliana durante la settimanale manifestazione nonviolenta contro il Muro dell'Apartheid, che si svolge a Nil'in, nella Cisgiordania centrale.

Residenti di Nil'in e pacifisti hanno marciato verso il muro di annessione che passa attraverso le terre del villaggio, intonando slogan contro l'occupazione israeliana e i soldati che impediscono ai contadini palestinesi di accedere ai propri terreni situati oltre il muro, per raccogliere le olive.

Le truppe israeliane hanno minacciato i manifestanti di far uso di gas lacrimogeni nel caso non fossero tornati indietro. Tuttavia, alcuni attivisti hanno scritto slogan contro il muro, in cui si afferma che esso viola la Convenzione di Ginevra.

Gas lacrimogeni sono stati lanciati dai militari israeliani per fermare i manifestanti.

Da parte sua, Mohammed 'Amira, coordinatore del Comitato popolare contro Muro e colonie israeliane, ha promesso che la lotta non violenta non si arresterà, ma che proseguirà fino alla rimozione dell'illegalità israeliana in terra palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.