Resistenza non violenta: manifestazione repressa a Bil’in

Ramallah – Imemc. Anche ieri, 3 dicembre, la manifestazione contro il Muro dell'Apartheid e le colonie israeliane nei Territori palestinesi occupati ha incontrato la repressione dei militari israeliani.

Questo venerdì, tra i manifestanti c'era anche qualcuno giunto dalla Francia, in bicicletta; l'impresa ha voluto rappresentare un gesto di condanna dell'occupazione israeliana in Palestina.

Nel villaggio di Bil'in (Ramallah), i manifestanti – in numerosi rimasti soffocati dai gas lacrimogeni – hanno chiesto la liberazione di Mohammed Abu Rahma in stato di arresto da una settimana, nonostante precedentemente fosse stato obbligato al pagamento di una multa di circa 2.200 dollari.

Il 16enne palestinese è figlio del leader della resistenza non violenta in Cisgiordania, 'Abdallah Abu Rahma, in detenzione da luglio 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.