Riconciliazione inter-palestinese: prevista cerimonia a mezzogiorno

Il Cairo – Ma'an. La cerimonia per la firma degli accordi di riconciliazione interpalestinesi si svolgerà a mezzogiorno di oggi, nel quartier generale dell'intelligence egiziana. 

Saranno presenti il presidente dell'Anp, Mahmoud Abbas, e il leader di Hamas in esilio, Khaled Mesha'al, oltre a membri palestinesi della Knesset israeliana (parlamento), e rappresentanti di 13 fazioni politiche palestinesi. 

Supervisioneranno l'evento il neo-ministro degli Esteri egiziano Nabil al-Arabi, il presidente della Lega Araba, Amer Mousa, l'ambasciatore palestinese in Egitto e il capo dell'intelligence egiziana. 

Le fonti che hanno comunicato tali informazioni all'agenzia Ma'an non sono state in grado di confermare la presenza del capo del Consiglio militare attualmente al potere in Egitto e del primo ministro Isam Sharaf.

Abbas è arrivato al Cairo ieri in tarda serata, per una visita di due giorni. Sono attese sue dichiarazioni durante la cerimonia.

Un report pubblicato dal quotidiano israeliano Haaretz ha fatto il nome di tre palestinesi e parlamentari della Knesset che si sono recati al Cairo ieri sera: i membri della “Lista araba unitaria” – Ahmed Tibi e Taleb as-Sana – e il presidente di “Hadash”, Mohammed Barakeh.

Citando una dichiarazione divulgata questa mattina, Haaretz ha detto che la delegazione aveva accettato l'invito come “tributo per il loro sforzo compiuto negli ultimi anni per portare alla riconciliazione tra Fatah in Cisgiordania  e Hamas in Gaza”.

Accordo di unità

Ieri, le fazioni palestinesi hanno siglato l'accordo di riconciliazione che riunisce la Cisgiordania e la Striscia di Gaza in un unico governo che verrà nominato a breve. Il nuovo esecutivo dovrebbe essere composto da tecnici indipendenti, e sovrintenderà la ricostruzione di Gaza., la riforma dei servizi di sicurezza, e condurrà i palestinesi alle elezioni nazionali entro un anno.

Rappresentanti, tra cui il presidente Abbas, di Fatah, e il suo rivale Hamas, e altre figure politiche indipendenti, hanno siglato l'accordo, a seguito dei colloqui con dirigenti egiziani.

“Tutte le fazioni palestinesi hanno firmato il documento durante un incontro con i dirigenti dell'intelligence egiziana”, ha dichiarato all'agenzia AFP Bilal Qassem, membro dell'ufficio politico dell'Olp – Organizzazione per la liberazione della Palestina.

Egli ha affermato che a tutte le fazioni è stata data l'opportunità di discutere il documento e di sollevare riserve.

“Abbiamo firmato l'accordo nonostante diverse riserve, ma abbiamo insistito sulla necessità di lavorare per i più alti interessi nazionali”, ha detto Walid al-Awad, uno dei membri dell'ufficio politico della formazione di sinistra “Palestine People's Party”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.