Risposta del coordinamento italiano della FF2 alla Farnesina

Roma, 24 giu. (TMNews) – Il governo italiano “confonde il lupo con l'agnello”. Così il coordinamento Freedom Flotilla 2 ha risposto oggi in un comunicato al portavoce della Farnesina.

Nella nota il Coordinamento insiste sul fatto che la missione della Flotilla, che salperà a breve per portare aiuti a Gaza, “non è un ostacolo al processo di pace”, come sostenuto dalla Farnesina in merito all'annunciata partecipazione anche di attivisti italiani alla Flotilla.

“I processi di pace – per essere autentici – si fanno togliendo gli ostacoli alla giustizia e non assecondando chi viola sistematicamente i diritti umani e la legalità internazionale”, afferma il Coordinamento.

“Ribadiamo che la nostra è un'autentica missione di pace,che la ff2 agisce nel pieno rispetto del diritto internazionale; che non toccherà mai acque israeliane ma soltanto internazionali o territoriali di Gaza”, afferma la nota, “Rispondiamo al ministro Frattini, che invita a far passare gli aiuti solamente attraverso 'gli appositi valichi terrestri', che gli abitanti di Gaza hanno il diritto alla dignità e non all'elemosina e all'umiliazione di vedere gli aiuti di chi li sostiene passare solo se filtrati dall'arbitrio israeliano”.

“Il governo italiano – si conclude nel comunicato – e nello specifico il Ministero degli Esteri, ha il dovere di tutelare i propri cittadini in missione umanitaria, missione tendente a una politica di costruzione della pace nel pieno rispetto del diritto e nella forma tutelata dalla legalità internazionale”.

http://notizie.virgilio.it/notizie/esteri/2011/06_giugno/24/m_o_flotilla_2_coordinamento_italia_chiede_protezione_a_g_letta,30231139.html

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.