Riunione del Comitato Nazionale di Appoggio al Tribunale Russell per la Palestina.

Riceviamo da Luisa Morgantini e pubblichiamo.

Ciao, ci scusiamo ma abbiamo anticipato l'orario di riunione per la formazione del comitato di sostegno italiano al Tribunale Russell  in modo da dare possibilità a chi lo volesse, di partecipare al seminario di approfondimento sulla Palestina, dal titolo “L'occupazione trasforma”, che avrà inizio alle ore 15.30 presso la sala “Esquilino domani” (via Galilei 53).
 
Roma, 5 febbraio 2010, ore 13.30  presso la Fondazione Basso, Via della Dogana Vecchia, 5 – Roma

Riunione del Comitato Nazionale di Appoggio al Tribunale Russell per la Palestina

Il 5 febbraio 2010, a partire dalle 13.30 fino alle ore 15.30 presso la sede della Fondazione Basso a Roma (via della Dogana vecchia 5) si terrà una riunione del Comitato Nazionale di Appoggio al Tribunale Russell per la Palestina, alla quale siete tutti/e invitati/e.  Saranno a disposizione dei panini.

 
Il Tribunale Russell per la Palestina (TRP) si è formato a Bruxelles, il 5 marzo del 2009,  Il Tribunale ha lo scopo  di investigare sulle violazioni della legalità internazionale e dei diritti umani commesse da Israele nei confronti della popolazione palestinese, sia nel Territori Palestinesi Occupati che nella Striscia di Gaza, con particolare riferimento all’operazione militare “Piombo fuso” (27 dicembre 2008 – 18 gennaio 2009).
Per consentire che la fase processuale abbia inizio è prevista la formazione di specifici Comitati Nazionali di Appoggio al Tribunale in diversi paesi del mondo, tra cui l’Italia: alcuni si sono già formati, altri dovranno nascere, per raggiungere il comune obiettivo di creare un’ampia rete di sostegno.

La prima sessione del Tribunale avrà luogo a Barcellona dal 1° al 3 marzo 2010: una giuria composta da personalità di comprovata competenza e statura morale sarà chiamata ad esaminare le prove relative all’occupazione militare israeliana, e le responsabilità dell' Unione Europea, ascoltare numerose testimonianze ed emettere una sentenza. L’obiettivo del Tribunale Russell non è solo quello di investigare eventuali crimini contro l’umanità commessi da Israele, ma anche e soprattutto di verificare la complicità – implicita o esplicita – di altri Paesi, e in modo particolare gli Stati membri dell’Unione Europea. Sei i punti principali sui quali la Corte dovrà investigare, e in particolare se l’Unione Europea e gli Stati Membri siano venuti meno ai loro obblighi di far rispettare la legalità internazionale in relazione al diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione, sia per quanto riguarda l’occupazione dei Territori che l’assedio della Striscia di Gaza. Il Tribunale dovrà inoltre stabilire se l’Unione Europea abbia operato per porre fine alle gravi violazioni dei diritti umani del popolo palestinese anche per quanto riguarda l’appropriazione delle terre palestinesi da parte di Israele, la costruzione di colonie illegali, l’occupazione di Gerusalemme Est e la costruzione del Muro di separazione, anche alla luce degli accordi siglati tra Unione Europea e Israele.
 

Il Tribunale Russell vanta numerosi sostenitori , tra cui l’ambasciatore francese presso l’UE Stéphane Kesse, il rappresentante Onu per la Palestina Richard Falk, la cittadina israeliana Nurit Peled, già insignita del Premio Sakharov dal Parlamento Europeo, Lehila Shaid, ambasciatrice palestinese a Bruxelles, intellettuali come Noam Chomsky e Naomi Klein, la Fondazione Internazionale Lelio Basso, oltre all’associazione dei Giuristi Democratici.
 

Le personalità che hanno acconsentito ad essere membri della Giuria sono:
 

Mairead Corrigan Maguire (premio Nobel per la Pace nel 1976, Irlanda del Nord)
Juan Tapia Guzman (giudice cileno)
Gisèle Halimi (avvocato, già ambasciatrice presso l’Unesco, Francia)
Cynthia McKinney (politica americana, Green Party)
Michael Mansfield (avvocato, presidente dell’Haldane Society of Socialist Lawyers, Gran Bretagna)
Josè Antonio Martin Pallin (Magistrato emerito della Corte Suprema spagnola)
Ronnie Kasrils (Autore e attivista, Africa del Sud)
Alberto San Juan (Attore, Spagna)
Aminata Traorè (Autrice, politica e attivista, Mali)


 

Per parlarne insieme e portare avanti i lavori del Comitato Nazionale di Appoggio, vi aspettiamo  il 5 febbraio alla riunione presso la  Fondazione Basso. 
 
Gianni Tognoni
Tribunale permanente dei Popoli
 

Luisa Morgantini 
Associazione per la Pace       
0686895520
348 3921465

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.