Saadat inizia la seconda settimana di sciopero della fame.

Ramallah – Infopal. Il ministro per gli Affari dei detenuti del governo Fayyad, Isa Qaraqe, ha affermato che il deputato Ahmad Saadat, Segretario generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, prigioniero nelle carceri israeliane, ieri è entrato nella sua seconda settimana di sciopero della fame per protestare contro la politica di isolamento attuata contro di lui dalla direzione della prigione di Beer Sheva.

Il ministro, in una dichiarazione alla stampa, ha affermato di essere stato informato dall’avvocato del deputato delle sue condizioni di salute piuttosto critiche, oltre che della politica provocatoria e brutale adottata dalla direzione del carcere nei suoi confronti.
Qaraqe‘, durante la sua visita alla famiglia del detenuto, ha rivelato queste pratiche e accusato il governo israeliano della responsabilità della vita di Sa‘adat, chiedendo alla comunità internazionale di adoperarsi per far uscire il politico dal suo isolamento.

Il Fonte Popolare, da parte sua, ha invitato il popolo palestinese a manifestare solidarietà con il leader, e le associazioni per i diritti umani e le istituzioni internazionali a intervenire immediatamente per fermare le punizioni e aggressioni contro i prigionieri.

Sono diversi i prigionieri in sciopero della fame a sostegno di Saadat: Akram Jibrin, Bassam Abu ar-Rab, Ramez al-Hajj e Yazen at-Tarifi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.