Sami Khater (Hamas) sulla ‘ripresa dei negoziati’ e il ruolo di Abbas

Damasco – Pic. Il membro dell'Ufficio politico di Hamas Sami Khater ha affermato che la recente ondata di attacchi israeliani ai luoghi santi in Cisgiordania è parte integrante della politica di questa coalizione di governo.

Khater – in un'intervista rilasciata alla BBC martedì scorso – ha accusato il governo israeliano di perseguire una pulizia etnica nelle terre palestinesi.

Egli ha detto inoltre che i  dirigenti israeliani vogliono sfruttare la debole posizione di Mahmoud Abbas per dettare le loro condizioni ed imporre la politica del fatto compiuto.

Ha poi aggiunto che il processo di riconciliazione è giunto ad uno stallo perché Abbas ha detto che l'Amministrazione statunitense gli ha chiesto di non firmare l'accordo per la riconciliazione.

Ad una domanda sul recente giro svolto da esponenti di Hamas nelle capitali arabe ed islamiche, Khater ha dichiarato che la delegazione ha richiesto maggiori sforzi per togliere l'assedio a Gaza. Inoltre, il giro è stata l'occasione per scambiare vedute coi dirigenti dei Paesi visitati sulla tragedia vissuta dal popolo palestinese.

Il leader di Hamas ha infine affermato che l'Amministrazione statunitense è intervenuta per far fallire lo scambio di prigionieri tra il suo movimento e Israele, poiché esso avrebbe influito negativamente sul ruolo di Abbas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.