Scarichi fognari della colonia di Ariel invadono e contaminano cittadina palestinese.

Cisgiordania – Infopal. I coloni dell'insediamento illegale di Ariel, di fronte a Salfit, in Cisgiordania, stanno facendo confluire i propri scarichi fognari sulla cittadina di Burqin, mettendo così a rischio la salute della popolazione palestinese.

La denuncia arriva dall'Autorità palestinese per le Acque, che riferisce l'allarme lanciato dal sindaco di Burqin: le fogne dei coloni stanno contaminando le falde acquifere e i raccolti dei palestinesi di tutta l'area.

Ariel è il maggior insediamento israeliano in Cisgiordania: una selva di case bianche, che rappresenta una violenza anche dal punto di vista estetico e architettonico nel paesaggio naturale palestinese. Esso ospita circa 40 mila coloni israeliani, le cui bande di fanatici ebrei integralisti aggrediscono quotidianamente la popolazione autoctona, distruggendo raccolti e campi, inquinando le acque, uccidendo gli animali da allevamento e attaccando bambini e adulti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.