Sciopero della fame a Juneid contro detenzioni politiche dell’Anp

Ramallah – InfoPal. Ieri, 23 gennaio, 13 detenuti palestinesi nel carcere di Juneid (Nablus), di competenza dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), hanno proclamato lo sciopero della fame.

I detenuti chiedono di essere portati davanti ad un giudice e di ricevere un processo, come previsto dal diritto penale palestinese.

Inoltre, lamentano l'arbitrarietà delle proprie detenzioni e chiedono di sottrarsi alla giustizia delle corti militari. Tra di essi c'è chi è detenuto da due anni senz'accusa né processo, pertanto, lo sciopero proclamato è anzitutto contro le detenzioni politiche.

Inoltre, nel comunicato diffuso dai 13 detenuti che entrano in sciopero a Juneid, si fanno i nomi di Bahjat Yamin, con una grave malattie al sangue curabile solo fuori dalla prigione, e di altri detenuti sofferenti: 'Emad Houtri, Ibrahim 'Atiyah, Hassan Sharim, Ra'ed Abu Zanat, Zahdi as-Saygh e Amjad 'Awwad.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.