Scontri ad Hebron. Proteste non violente represse: un palestinese arrestato e altri dimostranti intossicati

Ramallah – Pal-Info, Maan. Ieri mattina all'alba. Diversi quartieri di al-Khalil (Hebron) allo fatto da scenario agli scontri tra i soldati di occupazione israeliani e i cittadini palestinesi.

A decine, i palestinesi sono rimasti intossicati dal lancio di gas lacrimogeni ed uno studente universitario di Dura (Hebron sud) è stato arrestato.

Hawouz e Beit Haram ar-Rama le zone della città assaltate dai soldati mentre a Fawwar, a sud della città, i militari hanno allestito un checkpoint di controllo ed ispezione per pedoni e automobilisti palestinesi.

Ancora in Cisgiordania, si sono ripetuti gli scontri in occasione delle manifestazioni settimanali organizzate da cittadini palestinesi ed attivisti internazionali contro il Muro di Apartheid di Israele.

Nei villaggi di al-Ma'sara e Bi'ilin

A Bil'in, nonostante l'Alta corte aveva ordinato la rimozione della barriera di separazione che aveva isolato e reso impraticabile i terreni agricoli di proprietà palestinese, i militari nella protesta di ieri, 16 luglio, hanno si sono appostati per interdire qualunque passaggio.

Due palestinesi e un giornalista internazionale sono stati feriti mentre era presente una delegazione francese della città di Saint Anne.

Alcuni componenti del gruppo, sono rimasti intossicati come molti altri.

Il diciottenne palestinese Mohammed Hamad è rimasto ferito alla gamba dal lancio del gas.

Un membro del comitato per i prigionieri palestinesi, Mahmoud Zawahreh ha voluto ricordare la presa della Bastiglia di cui ricorre l'anniversario (14 luglio 1789).

Nel villaggio di al-Ma'sara, ancora una volta, la notte dopo la protesta, i militari hanno effettuato incursioni presso abitazioni palestinesi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.