Scontri con le IOF in Cisgiordania in solidarietà con Jenin

Jenin. Violenti scontri sono scoppiati all’alba di martedì con le forze d’occupazione israeliane (IOF) in diverse aree della Cisgiordania, in solidarietà con la città di Jenin ed il suo campo profughi.

Secondo fonti locali, un giovane è rimasto ferito durante gli scontri con le forze israeliane all’ingresso meridionale della città di Gerico.

Le IOF hanno inoltre bloccato l’ingresso meridionale della città e impedito ai veicoli palestinesi di entrare o uscire.

Scontri simili tra giovani locali e forze israeliane sono avvenuti anche in diverse aree di Ramallah e el-Bireh.

Lunedì sera, è stato riferito che un giovane è rimasto ferito quando un colono ha aperto il fuoco contro di lui durante un attacco nella città di Deir Dibwan, ad est di Ramallah.

Un gruppo di coloni ha anche attaccato veicoli palestinesi su una strada vicino alla colonia di Beit El, a nord della città di el-Bireh.

A Hebron/al-Khalil, giovani palestinesi si sono scontrati con soldati israeliani nel campo profughi di al-Fawwar e presso gli ingressi principali delle cittadine di Dura e Halhul. Decine di persone sono rimaste asfissiate a causa dell’esposizione ai gas lacrimogeni.

Un giovane identificato come Mohamed Hassanein è stato dichiarato morto all’alba di lunedì, a causa di una grave ferita da proiettile riportata durante gli scontri con le IOF all’ingresso nord della città di el-Bireh.

(Fonti: PIC e Quds Press).

Traduzione per InfoPal di F.L.