Scontri nella Striscia di Gaza: bombe sui pescatori e scontri a Bayt Lahia.

Gaza – Infopal. Gli squadroni navali israeliani hanno aperto il fuoco questa mattina contro i pescatori di Gaza al largo di Tel as-Sultan, vicino Rafah. Contemporaneamente, le forze militari si sono scontrate con i resistenti palestinesi nel nord della Striscia.

Per quanto riguarda il primo episodio, testimoni oculari hanno riferito che una cannoniera israeliana ha bombardato un gruppo di pescatori nei pressi della costa sud di Gaza. L’attacco, sferrato senza preavviso, ha costretto i pescatori a lasciare il mare

La marina israeliana ha preso di mire le attività dei pescatori: i bombardamenti avvengono su base quotidiana e hanno di recente già provocato la morte di un pescatore e il ferimento di un altro, oltre al danneggiamento di diverse imbarcazioni.

Nel nord della regione, invece, l’ala militare del Fronte popolare per la liberazione della Palestina, denominata Brigate Abu ‘Ali Mustafa, ha riportato uno scontro con alcune truppe israeliane penetrate dal confine vicino al quartiere as-Sifa della città di Bayt Lahia. In un comunicato delle brigate si dichiara che i militari hanno risposto all’attacco dei mujahidin con mitragliatrici e granate di piccole dimensioni.

Il gruppo paramilitare ha promesso inoltre di proseguire le operazioni di guerriglia come tattica di resistenza all’occupazione israeliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.