Scudi umani palestinesi impediscono all’esercito israeliano di bombardare la casa di un attivista.

Scudi umani, ieri sera a Gaza, hanno impedito il  bombardamento israeliano della casa di un attivista delle Brigate Al-Quds, ala militare del Jihad islamico.

Centinaia di palestinesi appartenenti a diversi schieramenti politici si sono offerti come scudi umani contro il bombardamento da parte dell’esercito israeliano di un’abitazione di tre piani. Poco prima, i militari aveva ordinato lo sgombero dell’edificio, appartenente a Ibrahim Jum’a, membro delle Brigate Al-Quds, per distruggerlo.

La notizia dell’imminente bombardamento contro l’abitazione di Jum’a è apidamente circolata, e molti cittadini si sono radunati per proteggere l’edificio, sito nel quartiere di Saftawi, a nord della città di Gaza.

L’anno scorso, l’azione di scudi umani palestinesi aveva impedito all’esercito israeliano di colpire case di cittadini. La pratica del bombardamento di abitazioni di attivisti della resistenza è stata molto utilizzata da Israele, nel 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.