Sei arresti della sicurezza dell’Anp. In gran parte presunti membri del Jihad islamico

Cisgiordania – InfoPal. Le campagna di arresti degli apparati di sicurezza dell'Autorità palestinese (Anp) in Cisgiordania oggi si sono concentrate su presunti membri e affiliati del Jihad islamico a Jenin, Tulkarem, Nablus, al-Khalil (Hebron) e Betlemme. 

A Tulkarem è stato sequestrato lo Shaykh 'Adnan as-Safariny, ispettore della moschea. 

Un tribunale di Jenin ha rilasciato su cauzione Mohammed Ahmed Jaradaat, coordinatore del blocco islamico all'università di Nablus “an-Najah”, arrestato più volte dagli stessi apparati di sicurezza e inizialmente condannato a sei mesi di reclusione, successivamente portati a tre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.