Shin Bet: embargo ancora vitale per la sicurezza israeliana

Press Tv. L'agenzia di spionaggio israeliana Shin Bet ha messo in guardia Tel Aviv dal cedere alle richieste internazionali di togliere il blocco navale da Gaza, soprattutto alla luce del fatto che i palestinesi insistono nell'affermare che la fine dell'assedio non sarebbe sufficiente.

C'è ancora spazio per ammettere ulteriori categorie di merci nella Striscia di Gaza attraverso i passaggi di terra, ha dichiarato ieri alla commissione degli Affari esteri e della Difesa della Knesset il capo dello Shin Bet Yuval Diskin, che ha giudicato quindi la rimozione dell'embargo “pericolosa”, oltre che non necessaria.

Diskin ha anche scartato la proposta dell'Unione europea di far ispezionare i contenuti delle navi inviate a Gaza in un porto neutrale, come quello di Cipro. “La possibilità che Gaza costruisca un porto rappresenterebbe un buco enorme [nella sicurezza israeliana], anche se venissero fatti controlli internazionali del carico prima che le navi raggiungano Gaza.”

I commenti di Diskin hanno anticipato di un giorno un importante meeting sulla sicurezza, il cui argomento di discussione sarebbe stato il futuro dell'assedio di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.