Shin Bet: Europa a ‘rischio’ di riconoscimento stato palestinese

Imemc e InfoPal. Il riconoscimento dello Stato palestinese è destinato a diffondersi a livello internazionale: lo ha sostenuto ieri Yuval Diskin, capo del servizio d'intelligence israeliano “Shin Bet”.

A una seduta della Commissione della Knesset per la Difesa e gli affari esteri, Diskin ha infatti affermato che altri paesi – tra cui alcuni europei – potrebbero unirsi a quelli dell'America Latina nell'aprirsi diplomaticamente all'esistenza di uno Stato degli arabi palestinesi.

Di conseguenza, ha avvertito, “l'Assemblea generale dell'Onu potrebbe dichiarare l'esistenza dello Stato palestinese entro settembre”.

I commenti del membro numero uno dello Shin Bet seguono le dichiarazioni di riconoscimento da parte di diversi paesi del Sud America, ultimo dei quali la Guyana, tutte negli ultimi mesi.

In risposta a Diskin, il deputato Yohanan Plesner del partito Kadima ha commentato che l'attuale situazione “dimostra che lo stallo politico è dannoso per Israele e serve inoltre gli interessi dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), la quale capisce di godere di un prestigio maggiore presso le istituzioni internazionali, ed è anche in grado di sfruttarlo a proprio vantaggio”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.