Shtayyeh: la Palestina vive una situazione complessa a tutti i livelli

Ramallah – WAFA. Il primo ministro Mohammad Shtayyeh ha affermato che la Palestina sta vivendo situazioni senza precedenti su tutti i livelli, mai viste prima nel paese, sottolineando l’assenza di un orizzonte politico, il blocco finanziario e la pirateria israeliana dei fondi palestinesi.

E’ quanto è emerso durante l’incontro del Primo Ministro avvenuto lunedì nel suo ufficio a Ramallah, nella Cisgiordania occupata, con Stephen Hickey, Direttore degli Affari per il Medio Oriente e Nord Africa presso il ministero degli Esteri britannico, alla presenza del Console Generale britannico a Gerusalemme, Diane Corner.

Il Primo Ministro ha aggiunto che le misure israeliane alle quali i palestinesi sono esposti, tra cui le incursioni nelle aree palestinesi e l’espansione delle colonie, costituiscono una rioccupazione della Cisgiordania, dalle città e cittadine fino ai campi.

Shtayyeh ha invitato la Gran Bretagna a lavorare, insieme agli Stati Uniti e alla comunità internazionale, per esercitare pressioni su Israele affinché rispetti tutti gli accordi firmati, tra cui la realizzazione di elezioni in tutte le aree palestinesi, specialmente a Gerusalemme, e affinché fermi tutte le misure unilaterali.