Si aggrava la salute di un prigioniero palestinese dopo l’iniezione di un medico in carcere

Ramallah – InfoPal. Si è aggravato lo stato di salute di Riyad Dakhallaj al-'Umour, palestinese condannato da Israele a 11 ergastoli. Al-'Umour non è più in grado di muoversi da quando un medico israeliano lo ha visitato e gli ha iniettato del liquido.

La notizia arriva dal ministero per gli Affari dei Prigionieri, 'Isaa Qaraqe'. Il prigioniero è stato trasferito da Echel verso Bersheeva una settimana fa per essere curato nella clinica del carcere di Ramle. Qui, però, la sua condizione è peggiorata: egli è sofferente di cuore e necessita di un intervento di pacemaker. Attualmente non può muoversi, non deambula ed è molto affaticato.

Arrestato nel 2005, il prigioniero è stato condannato a 11 ergastoli, è sposato, ha cinque figli e proviene da Taqoua' (Betlemme). In passato ha subito un arresto cardiaco ed emorragie interne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.