Si allargano alla West Bank gli scontri inter-palestinesi della Striscia di Gaza.

Gli scontri degli ultimi tre giorni, nella Striscia di Gaza, sono arrivati nuovamente alla Cisgiordania: 6 membri di Hamas sono stati rapiti a Nablus (compreso un membro dello staff del vice-premier e ministro dell’Istruzione Nasser Addin Ash-Sha’ir, e un membro del consiglio municipale).

Uomini armati non identificati hanno rapito consiglieri comunali e appiccato il fuoco al secondo piano del palazzo del ministero.

Le Brigate Al-Aqsa, ala militare di Fatah, hanno rivendicato la responsabilità del rapimento di 5 dipendenti del ministero dell’Istruzione, compreso Samir Darwazah, collega di Ash-Sha’ir.

Un altro gruppo di armati hanno rapito un consigliere comunale, membro di Hamas, Sheikh Fayadh Al-Aghbar, della Banca Arabo-Islamica.

Nablus, città nel nord della Cisgiordania, sta attraversando gravi tensioni tra i militanti di Hamas e Fatah.
Il portavoce delle Brigate Al-Aqsa ha fatto sapere che il suo gruppo non rilascerà i rapiti finché le Forze Esecutive del ministero degli Interi non porranno fine agli attacchi ai membri di Fatah e alle forze di sicurezza nella Striscia di Gaza.

E ha aggiunto che potrebbero essere prese "misure dure" nei confronti i rapiti, tuttavia, 4 di essi sono stati rilasciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.