Soldatessa israeliana umilia detenuto su Facebook: tribunale gli riduce la pena carceraria

Bi'r is-Saba' (Beersheva) – Paltoday. Un tribunale israeliano di Bi'r is-Saba' (Beersheva) ha deciso di “ammorbidire” la sentenza carceraria nei confronti di un detenuto palestinese che, ad agosto scorso, era stato umiliato quando la soldatessa israeliana, Eden Aberjil, aveva divulgato via “Facebook” una foto in cui sedeva, in atteggiamento di derisione, accanto a lui, bendato. 

Senza riportarne il nome, il quotidiano israeliano “Ma'ariv” ha diffuso la notizia della riduzione della pena a 7 anni di carcere per il cittadino palestinese, di 45 anni, residente a Beit Hanoun (Striscia di Gaza settentrionale), accusato di tentato omicidio ai danni di un soldato delle forze d'occupazione israeliane.

Dopo aver appreso l'avvenuta pubblicazione delle foto che lo ritraevano nell'umiliante condizione, il detenuto palestinese aveva iniziato a soffrire di depressione fino a riportare problemi psichici più gravi, proprio a causa dell'offesa subita in pubblico.

Articoli correlati: 

Soldati israeliani: continuano le pubblicazioni su Facebook 

Video shock: soldato israeliano danza davanti a un prigioniera palestinese bendata 

Donne reclute dell'esercito israeliano denunciano il trattamento dei militari contro i palestinesi 

(Foto: Paltoday).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.