Soldati d’occupazione israeliani rioccupano Awarta

Nablus – InfoPal. Questa mattina, l'esercito d'occupazione israeliano è tornato nel villaggio di Awarta, a sud-est di Nablus, imponendo il coprifuoco. 

Tutti gli ingressi del villaggio palestinese sono stati sbarrati dalle truppe di occupazione e la popolazione locale è stata avvertita sulle restrizioni di movimento da una massiccia invasione di mezzi militari e dai magafoni dei soldati

Questa mattina, centinaia di studenti non hanno potuto raggiungere scuole e università.

Awarta è il villaggio palestinese setacciato dai militari in seguito al pluri-omicidio consumatosi nell'illegale insediamento israeliano di Itamar (Nablus), quando una famiglia di cinque coloni israeliani era stata assassinata. 

Dapprima focalizzate su una responsabilità palestinese, le indagini avevano portato successivamente ad altre piste, tra cui quella thailandese. Tuttavia, la stampa israeliana non aveva ritenuto utile riportare questi sviluppi con la medesima cassa di risonanza usata nelle prime ore dell'episodio.

Il nostro corrispondente da Nablus, Mohammad 'Awad, ha riferito che nel villaggio invaso, è in corso una vasta campagna di perquisizioni contro proprietà private palestinesi.

Diversi scontri sono sorti tra i soldati d'occupazione israeliani e i giovani palestinesi. In dette circostanze, il palestinese Raja al-Farah ha riportato la frattura della mascella.

Dall'inizio della repressione militare su Awarta, 30 palestinesi restano in detenzione israeliana.

La radio israeliana ha dichiarato che gli eventi di oggi potrebbero essere gli ultimi nell'ambito delle operazioni di ricerca dei presunti responsabili dell'omicidio di Itamar.

(Foto: Mohammad 'Awad).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.