Soldati israeliani attaccano e feriscono pastori palestinesi e arrestano Musab Raba’i


7 gennaio, 2010

La mattina di giovedì¬ 7 gennaio 2010, soldati israeliani hanno attaccato e ferito i pastori palestinesi della famiglia Musa Raba'i mentre pascolavano le loro pecore nella valle di Humra, vicino al villaggio di At-Tuwani nelle colline a sud Hebron. I soldati hanno anche attaccato gli internazionali che accompagnavano i pastori e rotto loro una telecamera. Prima di lasciare l'area i soldati hanno arrestato uno dei pastori, Musab Musa Raba'i.

Intorno alle 10:30 del mattino i pastori palestinesi stavano pascolando le loro pecore su un terreno privato di proprietà  palestinese quando hanno visto dei coloni israeliani osservarli dall'avamposto di Havat Ma'on. Poco tempo dopo una jeep di soldati israeliani è arrivata sul posto. Dopo essersi fermati a parlare con uno dei coloni, tre di loro si sono avvicinati ai pastori e hanno intimato loro di lasciare l'area. I pastori hanno spiegato che quelle era la loro terra, ma hanno accettato di spostarsi già, più lontano, nella valle. I soldati li hanno inseguiti e hanno cercato di afferrare uno dei pastori, così¬ tutti gli altri hanno cercato di allontanarsi velocemente dall'area assieme alle loro pecore. E' poi arrivata una seconda jeep di militari e altri tre soldati si sono uniti all'attacco contribuendo ad accrescere la violenza. I soldati hanno colpito i pastori con i calci del fucile, li hanno spintonati e, mentre alcuni di loro trattenevano con forza i pastori a terra, altri li prendevano a calci.

Altri membri della famiglia sono giunti sul posto e le donne hanno provato a intervenire sperando di calmare la situazione. Tuttavia anche le donne sono state vigorosamente spinte a terra. Gli internazionali hanno cercato di filmare il violento attacco, ma sono stati brutalmente spintonati e un soldato ha afferrato e rotto una delle loro videocamere.

Altri membri del villaggio sono arrivati nell'area e hanno provato a calmare la situazione parlando con i soldati, ma questi hanno ignorato tutti gli inviti alla calma e hanno lanciato bombe sonore e gas lacrimogeni in mezzo al piccolo gruppo di donne e bambini radunatosi vicino alla cima della collina. 


La polizia israeliana è giunta sul posto dopo aver ricevuto numerose chiamate dagli internazionali, ma è arrivata quando i soldati stavano già  lasciando la zona. La polizia ha detto agli internazionali che ci sarà un'inchiesta militare sulle azioni compiute dai soldati.

Durante l'incidente una portavoce di una organizzazione israeliana per i diritti umani ha chiamato the local Israeli Army Brigade Operations Room e il DCO (Ufficio distrettuale di coordinamento) per scoprire cosa fosse successo. Lei ha riferito agli internazionali e io ho chiamato molte volte, ma loro non mi hanno dato alcuna informazione e non avevano alcuna idea di cosa stesse accadendo ad At-Tuwani.

Note ulteriori: al momento della stesura di questo comunicato Moussab Mussa Raba è ancora detenuto alla stazione di polizia di Kiryat Arba. Una donna anziana, Umm Jumaâ, e una giovane donna, Umm Ribhi Rabaâ, incinta di due mesi sono state portate all'ospedale a causa degli effetti dei gas lacrimogeni. Tre dei pastori – Kamaal Rabaâ, Majde Rabaâ e Jumaâ Rabaâ sono stati ricoverati in ospedale per le ferite subite e un altro giovane ragazzo – Ramze Jamaal Rabaâ ha riportato la rottura di un dente.

Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams sono presenti nel villaggio di At-Tuwani dal 2004.


Operazione Colomba (Operation Dove) – Christian Peacemaker Teams

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.