Soldati israeliani: continuano le pubblicazioni su FB

Imemc. Walla News, sito israeliano d'informazione, ha pubblicato ieri diverse “foto ricordo” di soldati israeliani, ritratti mentre umiliano i palestinesi durante la guerra contro Gaza.

Come riporta il sito, le immagini mostrano detenuti palestinesi inquadrati in posizioni degradanti, con i soldati in posa accanto a loro.

Le foto furono scattate all'interno delle abitazioni palestinesi invase dai militari. Una di queste mostra due di loro che puntano i fucili contro un palestinese legato e bendato, mentre in un'altra è possibile vedere una recluta che scrive sul muro: “Torneremo”, disegnandovi accanto la Stella di David.

Una terza foto mostra invece un soldato in cucina, mentre esibisce il proprio fucile vicino a una donna palestinese.

Un portavoce dell'esercito israeliano ha riferito che il soldato dell'ultima immagine si è detto “dispiaciuto” che l'associazione israeliana Break the silence “continui a diffondere queste foto invece d'inviare lettere di protesta all'esercito”.

Lo stesso portavoce ha tuttavia assicurato che la polizia militare investigherà sugli episodi, inviando i risultati delle indagini alla procura militare.

Diversi giorni fa, l'esercito israeliano aveva deciso di proibire a soldati e ufficiali di utilizzare i social network nelle basi militari. Siti come Facebook, Twitter e Gmail sono così stati bloccati, non tanto per la pubblicazione delle fotografie, ma perché nei computer militari è archiviato del “materiale riservato”.

Lo scorso agosto, sempre su Facebook, foto simili di una soldatessa israeliana in posa di fronte ai detenuti avevano sollevato l'indignazione dei palestinesi.

Le foto erano state postate da Eden Abergil, una giovane israeliana che aveva terminato il servizio militare da un anno. Come le immagini pubblicate di recente, anche quelle di Eden la mostravano in compagnia di palestinesi legati e bendati.

L'album di Eden, intitolato “Fdi [Forze di difesa israeliane]… Il periodo migliore della mia vita :)”, ha ricordato da vicino le immagini dei militari americani fotografatisi qualche anno fa di fronte ai prigionieri iracheni di Abu Ghraib.

Sul confronto tra i due episodi, Aaron Cohen, ex membro delle forze armate israeliane e autore del libro Fratelli guerrieri, ha però commentato che nelle foto pubblicate dai soldati di Tel Aviv si vedono “palestinesi seduti e in manette, e non ammucchiati l'uno sull'altro”.

soldiers_pose.jpg

soldier_woman.jpg
soldier_graffiti.jpg
cufffed_woman_soldiers.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.