Soldati israeliani uccidono a sangue freddo un lavoratore palestinese.

Hebron – Infopal

Ieri sera, a Hebron, nei pressi di un checkpoint, l’esercito israeliano ha sparato e ucciso un giovane di 29 anni, Khalil Ahmed Mohammed Az-Za’arir.

Sale così a 4 il numero dei cittadini palestinesi uccisi dai militari israeliani da quando le fazioni hanno annunciato la tregua.

Fonti mediche e di sicurezza palestinese hanno confermato la morte di az-Za’arir, residente a Samu, ucciso a sangue freddo dai soldati di stanza al checkpoint a sud di Hebron.

I testimoni oculari hanno riferito che il giovane aveva tentato di superare il passaggio rientrando dal lavoro in Israele, ma i militari gli hanno sparato da distanza ravvicinata ferendolo gravemente.

L’esercito ha dichiarato che il giovane aveva tentato di pugnalare un soldato.

Subito dopo l’uccisione, la casa di az-Za’arir è stata vandalizzata da truppe israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.