Spenti i riflettori sul vertice a tre di ieri, Olmert dichiara al suo partito: ‘Israele e gli Usa hanno deciso di boicottare il governo di unità nazionale palestinese’.

I media internazionali – certo non quelli palestinesi – hanno dato molto risalto al vertice a tre svoltosi ieri a Gerusalemme tra la Segretario di Stato Usa Condoleezza Rice, il premier israeliano Ehud Olmert e il presidente palestinese Mahmoud Abbas, titolando entusiasticamente "Raggiunto l’accordo per i due stati". In realtà, dall’incontro sono emerse le solite vecchie posizioni e richieste. Dunque, un buco nell’acqua.

Le uniche notizie interessanti sono quelle riportate oggi da un dirigente presente durante i colloqui di ieri, che ha reso noto quanto emerso "a riflettori spenti": Olmert ha accusato Abbas di "averlo imbrogliato". Inoltre, ha dichiarato al suo partito, Kadima, di aver concordato con gli Stati Uniti il boicottaggio del nuovo governo palestinese.

Veramente un interessante finale per una giornata di incontri annunciata come trionfante dai media occidentali, in modo particolare da quelli italiani, sempre molto attenti a ingigantire i "nulla di fatto" o le "non-notizie".

L’agenzia di informazione online israeliana, Ynet, ha riportato le dichiarazioni del dirigente che riferiva quanto detto da Olmert a Abbas: "Tu mi hai imbrogliato siglando un accordo di unità con Hamas", al che il presidente palestinese avrebbe risposto: "Tu non mi hai dato nulla in cambio e non hai mantenuto le promesse".

Ynet ha anche scritto che dopo l’incontro, Olmert è andato in onda mentre dichiarava al suo partito, Kadima, che "Israele e gli Usa si sono accordati sul boicottaggio del governo palestinese di unità nazionale non appena sarà formato, se esso non rinuncerà alla violenza, non riconoscerà Israele e non accetterà accordi di pace transitori". Il premier israeliano ha aggiunto: "Ringrazio Washington per la sua posizione chiara di non riconoscere un governo che non accetti i principi stabiliti dal Quartetto".

Il Quartetto si incontrerà domani a Berlino per discutere degli accordi di Mecca e del governo palestinese di unità nazionale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.