Sperimentazioni sui prigionieri. Moaz Amarneh: “Non toccatemi, non so che malattia ho, non voglio contagiare nessuno”

Israele e i metodi nazisti. Le prime parole pronunciate nel momento in cui il giornalista ferito e prigioniero liberato, Moaz Amarneh, è stato rilasciato, sono state: “Non toccatemi, non so che malattia ho, non voglio contagiare nessuno”.

I carcerieri israeliani stanno iniettando sostanze sperimentali, tossiche, sui prigionieri palestinesi.

Si legga anche: Le crudeltà dei sionisti sui prigionieri palestinesi